Condividi
Scrivimi
Naviga
Home / Cifosi (schiena arcuata)

Un certo grado di curvatura della schiena rientra nella norma, mentre il termine cifosi si riferisce a una curvatura dorsale evidente e anomala. La diagnosi è confermata dall'esame visivo, e dall'eventuale presenza di mal di schiena. 

La radiografia conferma la posizione esatta dell'anomalia ossea e permette di misurare il grado di curvatura cifotica: una curvatura superiore ai 50° è patologica. Vi sono vari tipi di cifosi: la cifosi posturale è' la più comune e rappresenta un aumento esagerato, ma flessibile, della curvatura naturale della colonna. In genere diventa visibile durante l'adolescenza, ed è più comune nelle ragazze. Raramente causa dolore.

Lo stretching e il rinforzo della muscolatura addominale attraverso appositi esercizi possono migliorare, ma non risolvere la condizione, che però in genere non causa problemi nell'età adulta. La cifosi di Scheuerman deve il suo nome al radiologo che per primo l'ha descritta. Come la cifosi posturale, anche questa variante della cifosi diventa evidente nell'adolescenza ma la deformità è più grave, soprattutto nei ragazzi molto magri. In genere colpisce la parte superiore (toracica) della colonna, anche se può manifestarsi nell'area lombare. Causa spesso dolore, soprattutto all'apice della curva. L'attività fisica può aggravare il dolore, così come la prolungata stazione eretta o lo stare seduti per molte ore.

Il trattamento è identico a quello della cifosi posturale, gli antidolorifici possono aiutare a controllare il dolore. La cifosi congenita è dovuta a un errato sviluppo della colonna durante la vita fetale, in altre parole, le ossa non si formano come dovrebbero e si può avere la fusione di più vertebre. Entrambe le condizioni possono causare una cifosi progressiva che peggiora con la crescita del bambino. Il trattamento chirurgico può essere necessario quando il bambino è ancora molto piccolo, per mantenere una curvatura dorsale accettabile.

La chirurgia è necessaria quando la curvatura supera i 75°, con l'obiettivo di ridurre la curvatura raddrizzando e fondendo i segmenti spinali anomali, mantenere il miglioramento nel tempo, e alleviare il dolore o il fastidio, se presenti prima dell'intervento.

I problemi muscoloscheletrici del bambino in crescita sono diversi da quelli di un adulto, così come lo è la risposta ai traumi, alle infezioni e alle deformità. A volte, quello che appare in prima battuta come un'anomalia è invece una semplice variazione del processo di crescita e si risolve spontaneamente con il tempo, così come molte condizioni sono uniche dell'infanzia, e non si possono verificare nella vita adulta. Il compito del chirurgo ortopedico pediatrico è di diagnosticare e curare i problemi muscoloscheletrici dei bambini, quali per esempio le deformità degli arti o della colonna vertebrale osservati alla nascita o più tardi (piede torto del neonato, scoliosi, dismetrie degli arti), e così via), le anomalie della deambulazione, i traumi ossei, le infezioni, i tumori e le patologie delle ossa o delle articolazioni.

Il materiale riassorbibile nella chirurgia del piede
Essendo il piede un organo di movimento, la mia attitudine è limitare il più possibile l'uso per la chirurgia di materiale metallico che porta a una rigidità e a volte a un'intolleranza. Negli ultimi anni il materiale metallico usato in precedenza è stato via via sostituito da materiale riassorbibile in polilattato (viti, cambre, pin) che è da preferire quando possibile all'uso di materiale metallico, essendo il polilattato riassorbito dall'organismo nel giro di 6-8 mesi e non dovendo essere rimosso.

ultimo aggiornamento 07/05/2018
© 2018 ortopediainfantile.it, tutti i diritti riservati | P.IVA 08708990158 | ultimo aggiornamento: 07/05/2018 | home page | note legali
Nota: le informazioni fornite da questo sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico/paziente
Home / Cifosi (schiena arcuata)

Un certo grado di curvatura della schiena rientra nella norma, mentre il termine cifosi si riferisce a una curvatura dorsale evidente e anomala. La diagnosi è confermata dall'esame visivo, e dall'eventuale presenza di mal di schiena. 

La radiografia conferma la posizione esatta dell'anomalia ossea e permette di misurare il grado di curvatura cifotica: una curvatura superiore ai 50° è patologica. Vi sono vari tipi di cifosi: la cifosi posturale è' la più comune e rappresenta un aumento esagerato, ma flessibile, della curvatura naturale della colonna. In genere diventa visibile durante l'adolescenza, ed è più comune nelle ragazze. Raramente causa dolore.

Lo stretching e il rinforzo della muscolatura addominale attraverso appositi esercizi possono migliorare, ma non risolvere la condizione, che però in genere non causa problemi nell'età adulta. La cifosi di Scheuerman deve il suo nome al radiologo che per primo l'ha descritta. Come la cifosi posturale, anche questa variante della cifosi diventa evidente nell'adolescenza ma la deformità è più grave, soprattutto nei ragazzi molto magri. In genere colpisce la parte superiore (toracica) della colonna, anche se può manifestarsi nell'area lombare. Causa spesso dolore, soprattutto all'apice della curva. L'attività fisica può aggravare il dolore, così come la prolungata stazione eretta o lo stare seduti per molte ore.

Il trattamento è identico a quello della cifosi posturale, gli antidolorifici possono aiutare a controllare il dolore. La cifosi congenita è dovuta a un errato sviluppo della colonna durante la vita fetale, in altre parole, le ossa non si formano come dovrebbero e si può avere la fusione di più vertebre. Entrambe le condizioni possono causare una cifosi progressiva che peggiora con la crescita del bambino. Il trattamento chirurgico può essere necessario quando il bambino è ancora molto piccolo, per mantenere una curvatura dorsale accettabile.

La chirurgia è necessaria quando la curvatura supera i 75°, con l'obiettivo di ridurre la curvatura raddrizzando e fondendo i segmenti spinali anomali, mantenere il miglioramento nel tempo, e alleviare il dolore o il fastidio, se presenti prima dell'intervento.

I problemi muscoloscheletrici del bambino in crescita sono diversi da quelli di un adulto, così come lo è la risposta ai traumi, alle infezioni e alle deformità. A volte, quello che appare in prima battuta come un'anomalia è invece una semplice variazione del processo di crescita e si risolve spontaneamente con il tempo, così come molte condizioni sono uniche dell'infanzia, e non si possono verificare nella vita adulta. Il compito del chirurgo ortopedico pediatrico è di diagnosticare e curare i problemi muscoloscheletrici dei bambini, quali per esempio le deformità degli arti o della colonna vertebrale osservati alla nascita o più tardi (piede torto del neonato, scoliosi, dismetrie degli arti), e così via), le anomalie della deambulazione, i traumi ossei, le infezioni, i tumori e le patologie delle ossa o delle articolazioni.

Il materiale riassorbibile nella chirurgia del piede
Essendo il piede un organo di movimento, la mia attitudine è limitare il più possibile l'uso per la chirurgia di materiale metallico che porta a una rigidità e a volte a un'intolleranza. Negli ultimi anni il materiale metallico usato in precedenza è stato via via sostituito da materiale riassorbibile in polilattato (viti, cambre, pin) che è da preferire quando possibile all'uso di materiale metallico, essendo il polilattato riassorbito dall'organismo nel giro di 6-8 mesi e non dovendo essere rimosso.

ultimo aggiornamento 07/05/2018
© 2018 ortopediainfantile.it, tutti i diritti riservati | P.IVA 08708990158 | ultimo aggiornamento: 07/05/2018 | home page | note legali
Nota: le informazioni fornite da questo sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico/paziente